CATERINA CHINNICI NELLA COMMISSIONE SPECIALE TERRORISMO CREATA DAL PARLAMENTO UE: “COOPERAZIONE E SCAMBIO DI DATI GLI ELEMENTI CHIAVE PER MIGLIORARE LA SICUREZZA”

“Potenziare e affinare gli strumenti normativi su scala europea è indispensabile per rendere più efficace e armonizzata l’azione antiterrorismo in tutto il territorio dell’UE. Su questo fronte abbiamo già fatto grandi passi in avanti durante la legislatura, e la concreta applicazione delle misure esistenti diventa un fattore chiave. Ma altrettanto determinante, considerato l’alto livello di imprevedibilità assunto dalla minaccia terroristica, è intensificare il lavoro sulla cooperazione tra le varie autorità di contrasto, rafforzando il ruolo delle agenzie dell’Unione e migliorando la condivisione delle informazioni, per esempio attraverso l’interoperabilità delle banche dati, sempre nel rispetto delle libertà e dei diritti fondamentali”. Continua a leggere

“Dodici mesi di importanti riforme legislative e istituzionali in tema di sicurezza e lotta al crimine, ma la chiave di tutto è sempre la cooperazione”: Caterina Chinnici ripercorre il terzo anno di legislatura europarlamentare che ha battezzato direttiva antiterrorismo, procura europea e norme antifrode

Da un lato i frutti importanti del lavoro svolto per potenziare gli strumenti legislativi antiterrorismo, anche sulla scia dell’esperienza italiana. Dall’altro una minaccia che periodicamente si ripresenta come se giungesse dall’ignoto, e come se poco fosse davvero cambiato sul fronte della sicurezza nel territorio dell’Unione Europea. I nuovi recenti episodi, tra cui l’attentato sulla Rambla di Barcellona, inducono a storicizzare così il terzo anno dell’ottava legislatura del Parlamento Europeo, che pure ha prodotto atti normativi e riforme istituzionali di rilevanza assoluta. La nuova direttiva per il contrasto al terrorismo, per esempio. O quella per la protezione degli interessi finanziari dell’UE (direttiva Pif), a sua volta strettamente legata alla nascita della procura europea finalmente alle porte. Tutti dossier al centro dell’attività di Caterina Chinnici, eurodeputata siciliana di S&D in forza alla commissione Libe. Nuovi istituti i cui destini sembrano destinati a incrociarsi. Continua a leggere

Ricordate a Palermo, nel 34° anniversario, le vittime della strage di via Pipitone Federico. Al Palazzo di Giustizia la presentazione del volume “L’illegalità protetta”, Caterina Chinnici: “Da mio padre un impulso al cambiamento che non si fermerà”

“Mio padre ha saputo guardare oltre infrangendo gli schemi, il suo metodo di lavoro ha dato un impulso di cambiamento rispetto al quale non si è tornati e non si tornerà più indietro”. Così, oggi al Palazzo di Giustizia di Palermo, Caterina Chinnici ha introdotto la presentazione della nuova edizione de “L’illegalità protetta” (Glifo), volume in cui sono riuniti alcuni dei rari scritti di Rocco Chinnici, l’artefice del pool antimafia ucciso 34 anni fa dalle cosche con un’auto-bomba in via Pipitone Federico. Continua a leggere